Archivio blog

venerdì 19 gennaio 2018

New Device Combines Different Ophthalmology Equipment Into Single Instrument. Il nuovo dispositivo combina diverse apparecchiature per oftalmologia in uno strumento singolo.

New Device Combines Different Ophthalmology Equipment Into Single Instrument.  The procedure of the ENEA patent RM2012A000637 is very useful in this application.Il nuovo dispositivo combina diverse apparecchiature per oftalmologia in uno strumento singolo. Il procedimento del brevetto ENEA RM2012A000637 è molto utile in questa applicazione.

Segnalato dal Dott. Giuseppe Cotellessa / Reported by Dr. Giuseppe Cotellessa



Patients receiving comprehensive eye exams have to go from one imaging device to another in order to properly assess their vision. In addition to the hassle, there are costs associated with maintaining and housing multiple pieces of equipment of which the only one is usually used at any one time in a typical ophthalmology office.
Now researchers at Nicolaus Copernicus University, Poland and Universidad de Murcia, Spain have developed a device that can provide different views of the eye, and with an image quality even better than using multiple instruments.


Current technology images the eye to about 3 millimeters in depth and changing focus to be able to resolve the front and back of the eye is quite difficult with traditional optics. In order to be able to quickly switch between very different optical properties, the researchers built in an electrically tunable lens into a custom-made optical coherence tomography (OCT) system and used a laser that can rapidly switch between different wavelengths. The electrically tunable optics provide a greater range of possible focus while the swept light source laser gives better resolution and faster scanning.
In addition to being able to focus on both the front and back of the eye, the new OCT device is able to see the how the thin layers where the vitreous gel connects with the retina and lens. This can help identify the reasons why the retina often detaches in elderly people. “We also want to use our instrument to measure opacities in the eye’s crystal lens and the vitreous to better understand how various parts of the eye affect the deterioration of vision,” said Ireneusz Grulkowski of Nicolaus Copernicus University. “We believe that the ability to measure these opacities and other properties of the eye that couldn’t be examined before will open up many new ophthalmology applications for OCT.”
Here you can see the instrument’s optics switching focus: / Qui puoi vedere lo stato di attivazione dello strumento:


Here you can see what a quickly changing depth of field looks like:

Study in Optica: Swept source optical coherence tomography and tunable lens technology for comprehensive imaging and biometry of the whole eye…

ITALIANO

I pazienti che ricevono esami oculistici completi devono passare da un dispositivo di analisi dell'immagine all'altro per valutare correttamente la loro visione. Oltre al fastidio, ci sono dei costi associati al mantenimento e all'alloggiamento di più pezzi di equipaggiamento, di cui l'unico è di solito utilizzato in qualsiasi momento in un tipico ufficio di oftalmologia.
Ora i ricercatori dell'Università Nicolaus Copernicus, in Polonia e dell'Università di Murcia, in Spagna, hanno sviluppato un dispositivo in grado di fornire diversi punti di vista dell'occhio e con una qualità dell'immagine ancora migliore rispetto all'utilizzo di più strumenti.

Le attuali immagini tecnologiche guardano l'occhio a circa 3 millimetri di profondità e il cambiamento di messa a fuoco per riuscire a risolvere la parte anteriore e posteriore dell'occhio è piuttosto difficile con l'ottica tradizionale. Per essere in grado di passare rapidamente da proprietà ottiche molto diverse, i ricercatori hanno costruito una lente sintonizzabile elettricamente in un sistema OCT (optical coherence tomography) personalizzato e hanno utilizzato un laser che può passare rapidamente a una lunghezza d'onda diversa. Le ottiche regolabili elettricamente offrono una gamma maggiore di messa a fuoco possibile, mentre il laser a sorgente luminosa garantisce una risoluzione migliore e una scansione più rapida.
Oltre a essere in grado di mettere a fuoco sia la parte anteriore che quella posteriore dell'occhio, il nuovo dispositivo OCT è in grado di vedere come gli strati sottili in cui il gel vitreo si colleghino alla retina e alla lente. Questo può aiutare a identificare i motivi per cui la retina si distacca spesso negli anziani. "Vogliamo anche usare il nostro strumento per misurare le opacità nella lente cristallina dell'occhio e il vitreo per capire meglio come le varie parti dell'occhio influenzano il deterioramento della vista", ha detto Ireneusz Grulkowski della Nicolaus Copernicus University. "Crediamo che la capacità di misurare queste opacità e altre proprietà dell'occhio che non potrebbero essere state esaminate prima aprirà molte nuove applicazioni di oftalmologia per gli OCT."

Da:

https://www.medgadget.com/2018/01/new-device-combines-different-ophthalmology-equipment-into-single-instrument.html