Archivio blog

sabato 14 aprile 2018

Fino a quando nascono nuovi neuroni? Sempre, anche da anziani / Until when new neurons are born? Always, even by the elderly

Fino a quando nascono nuovi neuroni? Sempre, anche da anzianiUntil when new neurons are born? Always, even by the elderly


Segnalato dal Dott. Giuseppe Cotellessa / Reported by Dr. Giuseppe Cotellessa


Secondo un nuovo studio su 28 individui dai 14 ai 79 anni, nuove cellule nervose si formano anche in età adulta. Lo studio riapre la discussione sulla questione neurogenesi
Quando smettono di nascere nuovi neuroni nel cervello umano? Questa domanda è al centro degli studi dei neuroscienziati ormai da decenni. Fino alla metà del ‘900 si pensava che nessuna cellula nervosa, o neurone, potesse formarsi dopo i primi anni dell’infanzia, ma da circa 20 anni questo assunto è stato smontato e l’ipotesi è che anche nell’adulto avvenga la neurogenesi, ovvero la produzione di nuove cellule nervose.
Un recente studio assume una posizione intermedia fra le due, mostrando che gli ultimi neuroni immaturi, quelli che devono ancora crescere, vengono rintracciati nell’essere umano fino a circa 13 anni di vita, durante l’adolescenza, dunque né da bambini né da adulti. Ma oggi, un’altra ricerca, guidata dall’italiana Maura Boldrini della Columbia University ritorna sull’argomento, svelando che la neurogenesi si verifica anche negli adulti e negli anziani ed è simile a quella che si verifica nei giovani. I risultati sono pubblicati su Cell Stem Cell.
I ricercatori della Columbia hanno analizzato, subito dopo il decesso avvenuto per cause improvvise, l’ippocampo di 28 individui di età compresa fra i 14 e i 79 anni, non affetti da danni cognitivi, depressione e che non assumevano antidepressivi – tutti elementi che secondo il team di Boldrini possono influenzare negativamente la neurogenesi.
In base ai risultati, anche nel cervello degli individui più anziani vi erano nuovi neuroni. I ricercatori hanno trovato un numero simile, fra giovani e adulti, di progenitori intermedi – precursori – dei neuroni e neuroni immaturi, quelli che devono ancora crescere. Tuttavia, si deve tenere conto, come sottolineano gli autori, che gli adulti e ancor più gli anziani hanno un minor numero di vasi sanguigni (una vascolarizzazione ridotta) e una connettività fra le cellule nervose all’interno dell’ippocampo inferiore.
Nell’anziano, infatti, vi è una ridotta resilienza emotiva e cognitiva – la capacità di rispondere positivamente a stimoli emotivi negativi e a conservare per intero alcune delle principali abilità intellettive. Questo deficit potrebbe essere dovuto, secondo Boldrini, proprio al minor numero di cellule staminali neurali e alla riduzione di queste connessioni. Un po’ come dire che la nascita di nuovi neuroni non è tutto, per il cervello umano, quando si studiano abilità di adattamento e capacità di comprensione, memoriaapprendimento ed altre. Se da un lato i nuovi neuroni nascono e si formano anche in età avanzata, andando a supportare le funzionalità cognitive, dall’altro vi è un calo della resilienza emotiva e cognitiva.
Così questo nuovo studio aggiunge un tassello per la comprensione della neurogenesi, ricordando come le interconnessioni e la qualità dei collegamenti fra le cellule siano importanti e abbiano un peso, oltre alla presenza di nuovi neuroni. I ricercatori studieranno i meccanismi ormonali (o legati ad altri elementi biologici dell’organismo umano) che regolano la proliferazione, la crescita e la maturazione dei neuroni.
ENGLISH
According to a new study of 28 individuals aged 14 to 79, new nerve cells are also formed in adulthood. The study reopens the discussion on the neurogenesis question
When do new neurons stop in the human brain? This question has been at the center of neuroscientist studies for decades. Until the middle of the 20th century it was thought that no nerve cells, or neurons, could be formed after the first years of childhood, but for about 20 years this assumption has been disassembled and the hypothesis is that neurogenesis occurs in adults too, that is the production of new nerve cells.
A recent study assumes an intermediate position between the two, showing that the last immature neurons, those that have yet to grow, are traced in the human being until about 13 years of life, during adolescence, therefore neither as children nor as adults. . But today, another research, led by the Italian Maura Boldrini of Columbia University returns to the subject, revealing that neurogenesis also occurs in adults and the elderly and is similar to that which occurs in young people. The results are published on Cell Stem Cell.
The Columbia researchers analyzed, immediately after the death due to sudden causes, the hippocampus of 28 individuals aged between 14 and 79 years, not suffering from cognitive damage, depression and who were not taking antidepressants - all elements that according to the Boldrini's team can negatively affect neurogenesis.
Based on the results, new neurons were also present in the brains of older individuals. The researchers found a similar number, among young people and adults, of intermediate progenitors - precursors - of immature neurons and neurons, those that have yet to grow. However, it must be taken into account, as the authors point out, that adults and even more the elderly have fewer blood vessels (a reduced vascularization) and a connectivity between nerve cells within the inferior hippocampus.
In the elderly, in fact, there is a reduced emotional and cognitive resilience - the ability to respond positively to negative emotional stimuli and to preserve in full some of the main intellectual abilities. According to Boldrini, this deficit could be due to the small number of neural stem cells and to the reduction of these connections. A bit like saying that the birth of new neurons is not all for the human brain when studying adaptation skills and the ability to understand, remember, learn and others. If on the one hand the new neurons are born and form even in old age, going to support cognitive functionalities, on the other there is a decline in emotional and cognitive resilience.
So this new study adds a piece to the understanding of neurogenesis, remembering how the interconnections and the quality of the connections between cells are important and have weight, in addition to the presence of new neurons. Researchers will study the hormonal mechanisms (or linked to other biological elements of the human body) that regulate the proliferation, growth and maturation of neurons.
Da;
https://www.galileonet.it/2018/04/fino-quando-nascono-nuovi-neuroni-sempre-anche-anziani/