Archivio blog

domenica 13 maggio 2018

Ready, Set, Match: Digital Solution Shortens Wait Time For Kidney Transplants. Pronto, impostato, abbinato: la soluzione digitale accorcia i tempi di attesa per i trapianti renali.

Ready, Set, Match: Digital Solution Shortens Wait Time For Kidney Transplants.  The procedure of the ENEA patent RM2012A000637 is very useful in this application. / Pronto, impostato, abbinato: la soluzione digitale accorcia i tempi di attesa per i trapianti renali. Il procedimento del brevetto ENEA RM2012A000637 è molto utile in questa applicazione.



Segnalato dal Dott. Giuseppe Cotellessa /  Reported by Dr. Giuseppe Cotellessa
Eleven years ago, Jan and Garet Hil’s 10-year-old daughter experienced sudden kidney failure. When no immediate family members proved to have compatible kidneys they could donate, the Hils had to enter the unfamiliar territory of donor kidney matchmaking.
It was a harrowing experience. A kidney-swap exchange occurs when someone wants to donate a kidney to a loved one but cannot because they aren’t the right fit. They agree to swap with someone else as long as their loved one receives a match somewhere down the chain. When the Hil’s daughter needed a kidney, the kidney-swap landscape was a sea of isolated islands: disparate programs that lacked connection to a central database. For the Hils, this resulted in a process that involved long painful weeks waiting for potential match results as their doctors — and those up and down the chain — reviewed CT donor kidney images sent through snail mail. Sometimes they never even heard back from the exchange programs. Finally, a cousin proved to be a match, and the little girl received her new kidney in July 2007.
Frustrated by their experience, the Hils decided to transform the industry. They launched the nonprofit National Kidney Registry (NKR) in 2007 in an effort to increase the quality, speed and number of living donor transplants in the world. Since its inception, the NKR has implemented a number of key innovations — such as GPS tracking for shipping organs, specialized coding to ensure antibody matches, and enabling remote donation so donor and recipient surgeries don’t have to take place in the same city. The NKR has facilitated 2,667 transplants so far.
Above: In 2016, the NKR partnered with GE Healthcare and VasoHealthcare IT, an imaging solutions consultant and provider, to help reduce the image-review process time from 10 days to 10 minutes by digitizing the kidney image exchange and review. Image credit: GE Healthcare. Top: An image of kidney taken by GE’s Revolution CT scanner. Image credit: GE Healthcare. / Sopra: Nel 2016, NKR ha collaborato con GE Healthcare e VasoHealthcare IT, un consulente e fornitore di soluzioni di imaging, per aiutare a ridurre il tempo del processo di revisione delle immagini da 10 giorni a 10 minuti digitalizzando lo scambio e la revisione delle immagini del rene. Credito immagine: GE Healthcare. In alto: un'immagine del rene acquisita dallo scanner CT Revolution di GE. Credito immagine: GE Healthcare.
It’s been a welcome change. Chronic kidney disease, often caused by diabetes and high blood pressure, affects approximately 14 percent of the general population and kills more people than breast or prostate cancer. According to the National Kidney Foundation, kidney transplant patients live longer than those on dialysis (an IV treatment that flushes waste, chemicals and excess fluids from the blood, just as a healthy kidney would do). Successful kidney donations depend on compatible blood types, antibodies, organ sizes and vascularity. The recipient’s doctors determine this compatibility by examining CT images of the donor kidney.
But despite NKR’s success in connecting recipients with potential donors, the fact that doctors were still exchanging CT images of kidneys on CDs via mail delayed the matching process. Sometimes it would take up to 10 days to conduct an imaging scan, transfer the image to a CD, mail it to the recipient’s doctors, and wait to see if the donor was ruled in — or out, in which case the painstaking process would have to start all over again. So, in 2016, the NKR partnered with GE Healthcare and VasoHealthcare IT, an imaging solutions consultant and provider, to help reduce the image-review process time from 10 days to 10 minutes by digitizing the image exchange and review. “Physicians have to really look at these images to determine if there’s a potential match,” says GE Healthcare’s Matt Atwood. “If not, it’s important to get these participants back into the matching process pool as soon as possible.”
“Physicians have to really look at these images to determine if there’s a potential match,” says GE Healthcare’s Matt Atwood. “If not, it’s important to get these participants back into the matching process pool as soon as possible.” Image credit: GE Healthcare. / "I medici devono davvero guardare queste immagini per determinare se esiste una potenziale corrispondenza", afferma Matt Atwood di GE Healthcare. "In caso contrario, è importante riportare questi partecipanti nel pool di processi di abbinamento il prima possibile." Immagine: GE Healthcare.
The system runs on GE Healthcare’s Centricity Universal Viewer Zero Footprint (ZFP) system, which provides the backbone for image access, archiving and visualization over the cloud. Although it doesn’t use machine learning, the system is an excellent example of “intelligent” software — it utilizes a proprietary, adaptive streaming technology that adjusts to the users’ network bandwidth and device, optimizing quality and speed of display. This way, doctors can use the most common web browser or mobile device to instantly and clearly access donor images from other NKR member centers around the country.
“Think of our Zero Footprint technology as a medical imaging repository in cloud storage,” Atwood says. “Hospitals connected with NKR can upload their images to a safe and accessible environment where they are stored. Physicians view them here and share information back and forth in near real time.”
In addition to helping critically ill patients find matches sooner, this new solution has also saved kidney-match coordinators nearly two months of time annually in operational tasks, allowing them to focus instead on patient cases.
“As our donor pool grows and our volume grows, we don’t want to lose any momentum,” says Joe Sinacore, NKR’s director of education and development. “We need to remain focused on getting people matched and off dialysis as soon as possible, and the GE Healthcare solution enables us to do just that.”
ITALIANO
Undici anni fa, la figlia di 10 anni di Jan e Garet Hil sperimentò improvvisa insufficienza renale. Quando nessun membro della famiglia ha dimostrato di avere reni compatibili che potevano donare, gli Hils dovevano entrare nel territorio non familiare del processo di abbinamento dei reni dei donatori.
E' stata un'esperienza straziante. Uno scambio  di reni si verifica quando qualcuno vuole donare un rene a una persona cara, ma non può perché non sono adatti. Sono d'accordo a scambiare con qualcun altro finché la loro amata riceve una corrispondenza da qualche parte lungo la catena. Quando la figlia di Hil aveva bisogno di un rene, il paesaggio di scambio di reni era un mare di isole isolate: programmi disparati che mancavano di connessione a un database centrale. Per gli Hils, questo ha comportato un processo che ha comportato lunghe settimane dolorose in attesa di potenziali risultati delle partite visto che i loro medici - e quelli su e giù per la catena - hanno esaminato le immagini dei reni dei donatori CT inviate tramite posta ordinaria. A volte non hanno nemmeno mai sentito parlare dei programmi di scambio. Alla fine, un cugino ha dimostrato di essere un compatibile, e la bambina ha ricevuto il suo nuovo rene nel luglio 2007.
Frustrati dalla loro esperienza, gli Hils decisero di trasformare l'industria. Hanno lanciato il National Kidney Registry (NKR) senza scopo di lucro nel 2007 nel tentativo di aumentare la qualità, la velocità e il numero di trapianti di donatori viventi nel mondo. Fin dalla sua istituzione, NKR ha implementato una serie di innovazioni chiave - come il tracciamento GPS per gli organi di spedizione, la codifica specializzata per garantire le corrispondenze anticorpali e la donazione a distanza, in modo che gli ambulatori donatori e riceventi non debbano svolgersi nella stessa città. L'NKR ha facilitato 2.677 trapianti finora.
È stato un cambiamento positivo. La malattia renale cronica, spesso causata da diabete e ipertensione arteriosa, colpisce circa il 14% della popolazione generale e uccide più persone rispetto al cancro al seno o alla prostata. Secondo la National Kidney Foundation, i pazienti sottoposti a trapianto di rene vivono più a lungo di quelli sottoposti a dialisi (un trattamento endovenoso che scarica rifiuti, sostanze chimiche e liquidi in eccesso dal sangue, proprio come farebbe un rene sano). Le donazioni di reni di successo dipendono da gruppi sanguigni compatibili, anticorpi, dimensioni degli organi e vascolarizzazione. I medici del ricevente determinano questa compatibilità esaminando le immagini TC del rene del donatore.

Tuttavia, nonostante il successo di NKR nel collegare i destinatari con potenziali donatori, il fatto che i medici continuassero a scambiare immagini TC di reni su CD tramite posta elettronica ha ritardato il processo di abbinamento. A volte ci vogliono fino a 10 giorni per condurre una scansione di imaging, trasferire l'immagine su un CD, spedirla ai medici del destinatario e aspettare per vedere se il donatore è stato governato in - o fuori, nel qual caso il processo scrupoloso dovrebbe ricominciare tutto da capo. Pertanto, nel 2016, NKR ha collaborato con GE Healthcare e VasoHealthcare IT, un consulente e fornitore di soluzioni di imaging, per contribuire a ridurre il tempo del processo di revisione delle immagini da 10 giorni a 10 minuti digitalizzando lo scambio e la revisione delle immagini. "I medici devono davvero guardare queste immagini per determinare se esiste una potenziale corrispondenza", afferma Matt Atwood di GE Healthcare. "In caso contrario, è importante riportare questi partecipanti nel pool di processi di abbinamento il prima possibile."
Il sistema funziona con il sistema ZFP (Centricity Universal Viewer Zero Footprint) di GE Healthcare, che fornisce il backbone per l'accesso alle immagini, l'archiviazione e la visualizzazione sul cloud. Sebbene non utilizzi il machine learning, il sistema è un eccellente esempio di software "intelligente": utilizza una tecnologia di streaming proprietaria e adattiva che si adatta alla larghezza di banda e al dispositivo dell'utente, ottimizzando la qualità e la velocità del display. In questo modo, i medici possono utilizzare il browser Web o il dispositivo mobile più comune per accedere immediatamente e in modo chiaro alle immagini dei donatori da altri centri membri NKR in tutto il paese.
"Pensa alla nostra tecnologia Zero Footprint come deposito medicale di immagini nel cloud storage", afferma Atwood. "Gli ospedali collegati con NKR possono caricare le loro immagini in un ambiente sicuro e accessibile dove sono archiviati. I medici li vedono qui e condividono le informazioni avanti e indietro quasi in tempo reale. "

Oltre ad aiutare i pazienti in condizioni critiche a trovare le corrispondenze prima, questa nuova soluzione ha anche salvato i coordinatori dei reni quasi due mesi di tempo ogni anno nelle attività operative, consentendo loro di concentrarsi invece sui casi dei pazienti.

"Man mano che il nostro pool di donatori cresce e il nostro volume cresce, non vogliamo perdere slancio", afferma Joe Sinacore, direttore dell'educazione e dello sviluppo di NKR. "Dobbiamo rimanere concentrati su come ottenere le persone abbinate e portarle fuori dalla dialisi il prima possibile, e la soluzione GE Healthcare ci consente di fare proprio questo."


Da:
https://www.ge.com/reports/ready-set-match-digital-solution-shortens-wait-time-kidney-transplants/